Tokyo è una delle città più sviluppate del Giappone, dell’Asia e del mondo in generale. Ogni anno milioni di turisti la affollano, attratti dal fascino della sua cultura unica e della tecnologia all’avanguardia. Il nostro viaggio a Tokyo avvenne nel periodo degli aceri rossi “Momiji-Gari“, ma potete andarci in qualsiasi periodo. Qui vi farò vedere le aree più importanti, le attrazioni di Tokyo e vi racconterò il nostro viaggio.

Partiamo dal fatto che Tokyo è “una città di contrasti”, dove intere zone urbane sono un’attrazione, non i singoli monumenti. Ogni quartiere è incredibilmente diverso dall’altro. Per esempio, lo sciccoso quartiere di Ginza ospita gli uffici di aziende di fama mondiale, mentre Akihabara attira i fan della cultura anime giapponese ed è anche nota per i numerosissimi negozi di computer. Lo spirito del Giappone medievale vive ancora ad Harajuku. Invece Shibuya è una delle mete preferite dai giovani di Tokyo, con ogni tipo di divertimento, dallo shopping ai bar e le discoteche.

Noi ci siamo fermati nella zona di Minato, noto centro degli affari e della vita notturna. Da qui è comodo arrivare in tutte le altre zone di Tokyo, inclusa la stazione centrale, da dove partono i treni per Kyoto e Osaka. Partendo dal Parco Hamarikyu e concedendoci una tradizionale cerimonia del tè alla Tea House, ci siamo diretti verso Asakusa, uno dei quartieri più visitati. Oltre al famoso Tempio di Senso-ji, è pieno di negozi di souvenir e artigianato. Senso-ji è tra i templi più antichi di Tokyo, perfetto per comprendere l’architettura giapponese e per vedere gli antichi manufatti giapponesi, conservati qui. Vicino al tempio si trova una delle principali attrazioni moderne della città – la torre Tokyo Sky Tree, che offre una vista mozzafiato. Questo “albero celeste” detiene il titolo dell’edificio più alto del Giappone.

Per vedere un tramonto Giapponese, siamo andati sull’isola di Odaiba. È un’isola artificiale nella baia di Tokyo collegata alla città con il Rainbow Bridge. Il nome dell’isola “Daiba” significa batterie d’artiglieria ed deriva dalla sua storia, perché inizialmente qui c’erano sei piccole fortezze che proteggevano la capitale dagli attacchi dal mare. Oggi il quartiere Odaiba è una zona di svago e di turismo. C’è anche una copia della Statua della Libertà, 4 volte più piccola rispetto al famoso monumento americano. Fu realizzata nel 1998 di fronte al Rainbow Bridge.

Tutto iI giorno successivo è stato riservato al Palazzo Imperiale e al Giardino Imperiale di Shinjuku Gyoen. Il famoso Palazzo Imperiale è affascinante per tutti gli amanti di storia, ma anche per chi cerca dei bellissimi paesaggi. Il palazzo occupa un’area gigantesca e i suoi giardini, che facevano parte della tenuta reale, è una delizia per gli occhi in ogni stagione. La tradizione vuole che il periodo più bello per visitarlo sia la fioritura dei ciliegi, ma non è meno splendido nei giorni degli aceri rossi, Momijigari.

Oltre ai giardini del Palazzo Imperiale, a Tokyo c’è anche il Giardino Imperiale di Shinjuku Gyoen, all’incrocio dei quartieri di Shibuya e Shinjuku. Dopo il cemento e il vetro della capitale giapponese, questo giardino è una vera oasi per chi ama la natura. Durante le fioriture dei ciliegi e dell’acero rosso, il giardino è sempre pieno di turisti e fotografi da tutto il mondo, quindi è meglio arrivarci la mattina presto.

SEE MORE  Giappone, Momiji-gari

Tokyo è una città talmente sorprendente che ognuno di noi può trovarci quello che vuole. Qualcuno ama i bar rumorosi e le sale giochi a più piani, mentre ad altri piacciono le strette stradine nei quartieri che conservano ancora l’antico spirito giapponese. Questa città può svuotarti di energia e riempirti di nuovi significati, può stancarti o darti una botta di vita, ma credo che tutti dovrebbero vedere Tokyo almeno una volta nella vita!