Francesco è nato in Italia, nello stesso paese in cui ha conosciuto la futura moglie Irina. Oggigiorno la coppia abita in Scozia, ma ha deciso di celebrare il matrimonio nella patria dello sposo, in Abruzzo. Vi racconterò del matrimonio di Francesco e Irina in Italia nei prossimi post, ma per ora sarà un piacere dedicare qualche parola su come è andato il loro servizio fotografico prematrimoniale a Edimburgo.

Francesco e Irina mi hanno invitato nella loro ospitale casa in Scozia, dove ho potuto trascorrere un paio di giorni unici non solo come fotografa, ma anche come turista alla scoperta di una delle più belle capitali europee.

Durante il servizio fotografico a Edimburgo dei due promessi sposi, abbiamo cercato di adottare due stili diversi: ci siamo dedicati a una passeggiata rilassante in compagnia del loro cane Indiha sulle colline di Holyrood Park e abbiamo creato una rétro storia con un elegante sfondo storico, illuminato dalla luce del tramonto: Forth Bridge. Posso sicuramente affermare che la mia poca conoscenza del luogo ha acceso la mia curiosità, dunque ho voluto passare il tempo successivo a godermi le bellezze racchiuse nelle stradine di questa città.

Parlando di Edimburgo, questo luogo è posizionato tra colline di origine vulcanica, le quali donano un paesaggio alquanto insolito che colpisce subito. Numerosi sono i giardini e i parchi che racchiudono la storia di questa città, rappresentata da maestosi castelli e tenebrose case medievali.

Sono riuscita a esplorare le principali attrazioni in uno-due giorni, in quanto la città è relativamente piccola. Hanno attirato particolarmente la mia attenzione il Castello di Edimburgo, nel quale sono custoditi i gioielli reali della Scozia e la Stone of Fate, dove furono incoronati i sovrani del paese; il Royal Mile, il quale porta a Holyroodhouse, ovvero la residenza ufficiale dei monarchi britannici di Scozia; ed infine il Trono di Artù a Holyrood Park, il quale mi ha donato una magnifica vista sulla città.

Oltre a tutti questi storici luoghi, sono presenti anche un numero incredibile di chiese, altrettanto antiche, molte delle quali conservano capolavori d’arte mondiale. Purtroppo, il tempo che avevo a disposizione non mi ha permesso di visitarle tutte, ma sicuramente in futuro tornerò per visitarle!