Tokyo é ormai da anni una delle città più gettonata nel mondo del turismo, ma non tutti sanno che intorno alla grande metropoli si trovano luoghi naturali e storici a dire poco meravigliosi. Sarebbe proprio un peccato non andare a visitarli! Infatti, partendo da Tokyo, sia dirigendosi verso la montagna che verso il mare, si possono trovare diversi templi antichi, ricchi di cultura, oltre a laghi pittoreschi. Qua di seguito vi presenterò quali luoghi nei dintorni di Tokyo si possono visitare in una sola giornata.

Hakone:
A soli 80 km da Tokyo si trova il famoso Parco Hakone, il quale include il lago di montagna Ashi (Ashi-no-ko) e l’area intorno al Monte Fuji. Oggigiorno, questi luoghi sono i paesaggi più conosciuti di Hakone.

Una particolarità del lago è che sulla sua superficie si trovano navi da crociera “pirata”, ovvero copie di navi realmente esistite, come la Royal Louis francese, la Victory inglese e la Vasa svedese. Queste sono veramente belle da ammirare, perché presentano stili unici e particolari.

Una delle principali attrazioni di Hakone è senza dubbio l’antico santuario shintoista dedicato al Monte Fuji. La leggenda narra che quando la dea del sole Amaterasu scomparve e il mondo fu avvolto nell’oscurità eterna, un gallo riuscì a rievocarla volando sul suo posatoio e iniziando a cantare. Così facendo il gallo fece sorgere nuovamente il sole. Per onorare l’evento, la porta del santuario scintoista viene chiamata “torii”, ovvero “il luogo dove vive il gallo”.

Continuando il percorso, nel Parco Nazionale Fuji-Hakone-Izu, precisamente nell’altopiano del Sengokuhara, ci si ritrova immersi in campi pieni di pampas grass. Ovviamente, in quanto amante di queste bellissime piante, sono andata a visitarli. Non potevo perdermi un’occasione simile! Questi campi difatti sono meta di numerosi turisti, soprattutto nel periodo tra fine settembre e fine ottobre. Queste piante svolazzano libere nel vento solo fino a marzo perché, come il rito antico vuole, in questo mese tutta l’erba viene tagliata, in modo che ne cresca di nuova per l’autunno.

Nikko:
I giapponesi dicono: “Non dire di aver visto ciò che è bello finché non visiti Nikko”.
Come possiamo intuire, dunque, Nikko é una vera e propria bellezza. Questa città è presentata nel Fondo d’oro dell’UNESCO come un insieme di templi di importanza storica e culturale a livello mondiale. A rendere ancora più magico questo luogo troviamo paesaggi sorprendenti, come montagne cascate e laghi incantevoli.

Parlando ora più dettagliatamente di Nikko (che in giapponese significa “sole”), questa è una piccola città situata a 135 km a nord-est di Tokyo.
Questo luogo é considerato uno tra i più famosi parchi naturali nazionali, ed occupa una superficie di oltre 1402mila chilometri. É caratterizzata da bellezze veramente uniche, tra cui quella principale é il santuario shintoista di Toshogu, il luogo di riposo del grande comandante e statista shogun Ieyasu Tokugawa. Il tempio attrae l’osservatore con i suoi graziosi intagli e modanature traforate, i quali vengono tenuti in buono stato con grandi quantità di oro e vernice.

Successivamente, il nostro percorso si dirige verso il famoso lago Chuzenji. Quest’ultimo, é situato ad un’altitudine di 1.269 metri sul livello del mare ed é particolarmente ammirevole durante la fioritura dei ciliegi e degli aceri rossi lungo le sue sponde. Purtroppo, quando siamo arrivati ​​in questo incantevole scenario, tutte le foglie erano già cadute, quindi abbiamo dovuto cambiare rotta e spostarci in un altro luogo: nella palude di Senjogahara.
Questa enorme palude si trova ai piedi del Monte Nantai ed è piena dei migliori sentieri escursionistici dell’intero Parco Nazionale di Nikko. Qui si possono ammirare bellissime piante alpine, uccelli selvatici e, naturalmente, paesaggi mozzafiato della natura incontaminata dalla civiltà.

Parco delle scimmie delle nevi di Jigokudani, Nagano:
Una visita in Giappone, almeno per noi, sarebbe incompleta senza un viaggio al Jigokudani Snow Monkey Park. Azzarderei a dire che questo é uno dei luoghi più “fotogenici” e fotografati di tutto il mondo! Inaugurato nel 1964, il parco è considerato la più grande riserva di scimmie delle nevi del mondo. Questa specie di scimmia è in via d’estinzione e per questo viene protetta.

In climi rigidi, con neve fino a quattro mesi all’anno, questi animali fanno il bagno nelle sorgenti calde di Jigokuya Onsen. Qui le si possono ammirare alla sola distanza di un braccio! Infatti, le sorgenti non sono recintate e i primati sono così abituati alle persone che non hanno più paura di avvicinarsi ai visitatori. Tuttavia, l’amministrazione Jigokudani proibisce di avvicinarcisi, nutrirle, toccarle o guardarle negli occhi, poiché interpreterebbero questo comportamento come segno di ostilità.

Nei prossimi post sarò felice di raccontarvi il nostro viaggio a Kyoto!