Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Follow me on Google+ Follow me on Vkontakte Follow me on Instagram Follow me on Vimeo Follow me on LiveJournal

01Set

Matrimonio a Loreto Aprutino || Riccardo e Barbara

Giovedì, 01 Settembre 2016

Oggi vi facciamo vedere il matrimonio in Abruzzo di Barbara e Riccardo, tenutosi nella Chiesa Santa Maria in Piano a Loreto Arputino. Siamo sicuri che questa storia sarà interessante per tutti gli amanti dei cani, in quanto uno dei protagonisti è a quattro zampe. Si tratta di un "gentiluomo" vivace e galante chiamato Willy.

Questo membro della nuova famiglia ha dato una mano ai nuovi sposi non soltanto con il suo buon animo ma anche col vestito adatto alla festa. A cominciare dalla mattina presto Willy ha fatto di tutto per far divertire Riccardo mentre si preparava casa dei genitori.

Nello stesso tempo nel Castello di Chiola nasceva l’immagine matrimoniale della sposa, nella compagnia delle amiche più strette e fotografi. Vorrei dire qualche parola sul castello che ha ospitato le preparazioni della sposa e il ricevimento nuziale. È un albergo 4 stelle ubicato nel castello restaurato che domina dall'alto la bella cittadina medievale di Loreto Aprutino. È un posto perfetto per organizzare un matrimonio in Abruzzo in grande stile, dalle preparazioni al banchetto senza mai lasciare il castello. Sarà una scelta felice per le spose che vogliono sentirsi principesse. Ma adesso sarà la stessa sposa a raccontare la realizzazione del suo sogno:

"Che dire? Stiamo insieme da undici anni, conviviamo da sei e questo passo è stato naturale e spontaneo, una formalità e una scusa per ritrovarci con tutti i nostri amici e parenti sparsi per l'Italia (e non). La festa, per me, è iniziata il venerdì con l'arrivo degli amici dalla Sicilia. Dormire tutti insieme, nello stesso appartamento, fare tardi scattando foto, ridendo fino alle lacrime... ah quanto li amo!

Il giorno dopo, sabato, era prevista una grande festa a casa dei miei per la serenata. Un gruppo folk di musica tradizionale abruzzese (terra del mio lui) che avrebbe anche accontentato noi siculi con diverse canzoni popolari made in Sicilia. Mentre il pomeriggio corro via per finire gli ultimi giri (mancavano da stampare diverse cose tra cui Tableu, iSpy ecc) il mio carissimo amico mi chiede "Scusa ma...per la serata avete previsto addobbi?" e alla mia risposta "No, ma tanto c'è la porchetta" ha scosso la testa sconsolato! Quando la sera sono tornata a casa, ad accogliermi, oltre alla musica c'era anche una terrazza meravigliosamente decorata, frutto di tutti i miei amici che sono scappati in giro per negozi per inventarsi qualcosa di bello. Dormire la notte prima del matrimonio nel lettone con mio padre e il vestito da sposa appeso all'armadio è stato bellissimo.

Il giorno dopo, la mattina di Domenica, tutti a fare avanti e indietro dal casa al salone del parrucchiere per sistemarsi. Io ero tranquillissima, ho mangiato la porchetta a pranzo con gran sorpresa dei miei fratelli che credevano sarei stata con lo stomaco chiuso per l'emozione. Io, invece, ero tranquillissima. Ero! Alle 14 (mi sarei sposata alle 17) iniziano ad arrivarmi delle sane botte d'ansia. Appena arrivata al castello, fremevo d'impazienza e panico. Mentre mi preparavo ero tesa, parlavo in continuazione. Ragazze, se avessi potuto rimandare di un paio d'ore l'avrei fatto, non era il panico di andare all'altare era... non saprei dirlo, forse un pochino d'ansia nel pensare di stare così tanto sotto gli occhi di tutti come "protagonista". Quello che rimpiango è forse non aver vissuto con più calma questo momento "preparazione/chiesa". Ecco, potevo farmi qualche risata in più.

Arrivata alla Chiesa appena ho visto il mio lui dalla porta, all'altare, ho subito sentito arrivare le lacrime per l'emozione. Mio padre mi ha detto "Ferma, non piangere che ti rovini tutto il trucco!", ma chi poteva trattenersi? Per fortuna, velo calato sul volto, si è visto poco. Mi hanno detto, in un secondo momento, che mio padre si è fatto tutta la navata piangendo e lo stesso accadeva a mio fratello. Arrivata all'altare comunque mi sono calmata e l'emozione ha lasciato spazio ad una grande e immensa felicità. Fuori dalla chiesa ad attenderci oltre agli invitati un cuore fatto di riso. Il mio amico (sempre lui, quello che ha guidato gli addobbi per la serenata) è andato a bussare a tutte le case vicino alla chiesa chiedendo un po' di riso per fare la scritta. Dolcissimo, l'ho amato. Per l'ingresso al ristorante abbiamo fatto un piccolo spettacolino.

Ragazze, che dire? Non ho capito niente quel giorno. Era tutto un correre, abbracciare, ballare, ridere. Purtroppo ho mangiato meno di quello che avrei voluto, ero troppo su di giri per godermi lo splendido cibo. Ho suggerito di fare una rievocazione storica il prossimo anno e ripetere il matrimonio!"

TAGS:

cerimonia nella Chiesa Santa Maria in Piano, fotografo matrimonio a Loreto Aprutino, fotografo matrimonio in Abruzzo, matrimonio a Loreto Aprutino, matrimonio al Castello di Chiola, matrimonio in Abruzzo, matrimonio nella Chiesa Santa Maria in Piano

Comments (1)

  • haliluya

    24 Novembre 2017 at 14:14 |
    I and my friends were actually taking note of the great solutions from the blog while unexpectedly I got a terrible feeling I had not thanked the web site owner for those tips. The women were definitely absolutely stimulated to learn all of them and have very much been loving these things. Thank you for simply being well kind as well as for pick out these kinds of excellent guides most people are really wanting to discover. My very own honest regret for not expressing appreciation to you sooner.

    reply

Leave a comment

You are commenting as guest.

Icon Servizio per
tutto il giorno
IconLe foto vivaci e
spontanee
Icon con grande amore
per il mio lavoro
IconTutte le destinazioni